gluten free · Ricette · Ricette Vegan · Secondi

Carciofi Liguri Ripieni – Gluten Free


2016-01-17-18.30.34.jpg.jpeg

Recentemente sono stata in Liguria dai miei genitori e lì siamo nel pieno della stagione dei carfiofi! I carciofi liguri, se non li conoscete, sono quelli verdi brillante, con le spine, non troppo grossi e soprattutto dolcissimi e buonissimi! … infatti secondo me sono davvero quelli più buoni! 😉
Campanilismo a parte, una delle ricette che piace di più a mio marito è la versione ripiena e naturalmente appena ha saputo che avevo fatto incetta di carciofi … la richiesta è partita automatica! 🙂 Nella ricetta orginale sono previsti uova, parmigiano, carne e pangrattato … oggi invece vedremo una versione Vegan – Gluten free … che non ha nulla da invidiare alla tradizione! … anche a detta dell’esperto! 😉
I carfiofi, i carattarestici fiori che mangiamo, sono un ortaggio dalle straordinarie qualità. Le proprietà antiossidanti contribuiscono a prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari e alcuni tipi di tumore; grazie alla ricchezza di potassio mantengono sotto controllo la pressione sanguigna; gli acidi caratterisitci di quasta pianta, tra cui la cinarina, oltre che aiutare il fegato e le secrezioni biliari, abbassano il colesterolo cattivo LDL nel sangue, esercitando un effetto protettivo dall’ipertensione, dall’infarto e dall’ictus. Inifine hanno proprietà digestive e diuretiche e, grazie alla presenza di inulina contribuiscono ad equilibrare i livelli di zucchero nel sangue, quindi sono preziosi anche nella lotta al diabete.
Avete visto quanti validi motivi per approffittare della stagione dei carciofi per gustarli sia cotti che crudi! 🙂

Oltre ai carciofi che ben conosciamo, ho introdotto anche un ingrediente insolito, il taro, che arricchisce notevolmente la nostra ricetta. Il taro appartiene alla famiglia delle aracee ed è un tubero caratteristico dell’Asia; non ha nulla a che fare con le patate, ma per gusto e consistenza è molto simile ad esse e per questo è un ottimo sostituto nelle preparazioni che prevedono l’uso di patate; unico aspetto negativo, il taro non si trova bio e lo si può acquistare solo nei negozi etnici quindi personalmente non lo uso spesso. E’ comunque un validissimo alimento ricco di ferro e calcio e con proprietà adiuvanti la digestione.

20160115_201122.jpg
Taro

Ma ora dedichiamoci alla ricetta, perchè ci vuole un po’ di tempo per la cottura dei carciofi ed inoltre conviene farli raffreddare e riscaldare prima di gustarli!

Ingredienti:
4 carciofi liguri gambo compreso (circa 10-15cm)
Per il Ripieno:
2 patata taro
1 manciata di capperi dissalati
10-12 olive taggiasche denocciolate
3 cucchiaini olio evo
3 cucchiaini fiocchi di riso integrale
1 cucchiaino granella di mandorle
1 galletta di riso
prezzemolo
sale
Per la cottura:
1 cucchiaio di olio evo
2-3 spicchi di aglio schiacciati
pizzico di sale
acqua q.b.

Come si precede:
Preparate una ciotola con acqua e limone, serve per immergere subito i carciofi puliti per evitare che si ossidino.
Mondare i carciofi dalle foglie esterne più dure, separare il gambo pelarlo e tagliarlo a metà nel senso della lunghezza.
In un po’ d’acqua cuocere i gambi per circa 10-12 min. Pelare e cuocere per 15 min il taro, quindi fare raffreddare.
Quando gambi e taro sono cotti metterli nel mixer insieme ai capperi, mandorle, prezzemolo, olive e all’olio, e ridurre in crema; aggiungere i fiocchi e la galletta e dare ancora un paio di pulse con il mixer in modo da amalgamare tutti gli ingredienti, infine regolare di sale.

A qusto punto siamo pronti per farcire i carciofi, scolarli dall’acqua e limone, sciacquarli velocemente ed asciugarli a testa in giù su un canocaccio da cucina.  Aprire con le mani i carciofi, facendo attenzione a non romperli, il fiore si deve allargare per poter accogliere il ripeno, non è necessario rimuovere alcuna parte del carciofo. Divicere il ripieno in quattro parti e farcire i carciofi.

20160115_195036.jpg
In una casseruola scaldare l’olio con l’aglio quindi adagiare i carciofi a testa in sù, coprite il fondo della pentola con l’acqua ed aggiungere un pizzico di sale. Cuocere a fuoco basso con coperchio per 30-40min, finchè i carciofi non saranno morbidi, se necessario aggiungere dell’acqua.

 20160116_105038.jpg

Fare raffreddare, in questo modo il ripieno ed il carciofo riprendono consistenza, quindi scaldare brevemente prima di gustarli. Servirli tiepidi con un filo d’olio evo. Gustosi e leggeri! 🙂

 2016-01-17-18.29.45.jpg.jpeg

L’idea in più: prima di farcire i carfioci potete saltarli qualche minuto nella casseruola con l’olio e l’aglio, questo darà maggiore gusto. Nel ripieno ci stanno molto bene anche i pinoli (altro tipico ingrediente ligure!), io non li avevo in casa, come quantità direi una mezza manciata più qualcuno intero da mettere come guarnizione sopra al carciofo ripieno! 🙂

Piatto: secondo
Difficoltà: facile
Tempo: 1h 15min (più tempo raffreddamento)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...